LIVE Crisi di governo, il racconto della giornata politica: tutte le voci dei protagonisti

20:23 – In un post pubblicato su Facebook, il Presidente del Consiglio Conte scrive: “È il momento, dunque, che emergano in Parlamento le voci che hanno a cuore le sorti della Repubblica. Le mie dimissioni sono al servizio di questa possibilità: la formazione di un nuovo governo che offra una prospettiva di salvezza nazionale. Serve un’alleanza, nelle forme in cui si potrà diversamente realizzare, di chiara lealtà europeista, in grado di attuare le decisioni che premono, per approvare una riforma elettorale di stampo proporzionale e le riforme istituzionali e costituzionali, come la sfiducia costruttiva, che garantiscano il pluralismo della rappresentanza unitamente a una maggiore stabilità del sistema politico. Per parte mia, anche in queste ore continuerò a svolgere gli affari correnti fino all’insediamento del nuovo governo. Continuerò a svolgere il mio servizio al Paese, con senso di responsabilità e con profondo impegno. L’unica cosa che davvero rileva, al di là di chi sarà chiamato a guidare l’Italia, è che la Repubblica possa rialzare la testa. Allora avremo vinto tutti, perché avrà vinto l’Italia. Quanto a me, mi ritroverete sempre, forte e appassionato, a tifare per il nostro Paese”.

20:20 – Pubblicato il calendario delle consultazioni: si parte domani pomeriggio alle 17

19:55 – Uscendo dal Senato, il capogruppo del Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci ha dichiarato: “Il mio giudizio su Conte è positivo e credo che il buonsenso porti naturalmente verso un Conte ter. Il Pd deciderà la sua posizione nella direzione convocata domani”.

19:40“La maggioranza formata da Movimento Cinque Stelle, PD e LeU è determinata ad andare avanti e ad allargare la base parlamentare verso coloro che sono pronti a spendersi con noi per portare avanti un progetto e un programma di legislatura. Un dato resta fermo: per me e per il Movimento Cinque stelle c’è un unico nome come presidente del Consiglio, quello di Giuseppe Conte. Faremo la nostra parte fino alla fine, come è nostro dovere, confidando nella saggezza e nelle decisioni del Presidente della Repubblica”. Così, in un post su Facebook, il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

19:30“Dobbiamo decidere per prima cosa quale futuro intendiamo costruire per il Paese e quali riforme portare avanti, partendo dalle politiche lavorative” scrive su Twitter l’ex Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia di Italia Viva Elena Bonetti.

19:25 – Il leader di Italia Viva Matteo Renzi rompe il silenzio e commenta la crisi di governo attraverso la sua Enews: “Il Presidente Conte ha preso atto di non avere i numeri e si è dimesso. Dopo giorni di fango contro di noi, tutto è più chiaro.
Non è Italia Viva ad aver aperto una crisi: è l’Italia che deve affrontare una crisi da far tremare i polsi. Ora possiamo finalmente fare ciò che serve al Paese, ai suoi insegnanti, ai suoi lavoratori, ai suoi giovani: un governo serio, di legislatura, che dia risposte concrete e non evasive alle sfide drammatiche della pandemia e assicuri la ripresa. Un governo europeista non a parole, ma nei fatti: capace di concretizzare in progetti il gigantesco sforzo del Next Generation EU. Con un documento serio, scritto bene, concreto. Noi andremo al Quirinale senza pregiudizi. Per noi la priorità è aiutare i cittadini a uscire da questa fase di stallo e di difficoltà non solo economica”.

19:14“L’Italia merita un governo solido che lavori unito per gli interessi della Nazione” scrive su Twitter Giorgia Meloni.

19:00“Per me, e per il Movimento 5 Stelle , la priorità è e resta una sola: mettere in campo misure concrete nell’esclusivo interesse dei cittadini. In questa prospettiva, il presidente Conte ha rappresentato e rappresenta la migliore garanzia di sintesi e di equilibrio per il Governo del Paese. Continuiamo a essere al suo fianco, con unità e coesione” scrive in un post su Facebook il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo (M5S).

18:17 – Il deputato pentastellato Manlio Di Stefano attacca il centrodestra, e in un post su Facebook scrive: “Domani Salvini, Meloni e Berlusconi andranno da Mattarella a dire che serve un governo di gente seria e capace di governare la crisi pandemica invece dei cialtroni che hanno gestito malissimo questo anno di Covid. Il M5S resta determinante per qualsiasi “geometria” di governo futura insieme al Presidente Conte. Avanti”.

18:12“Domani iniziano le consultazioni e vediamo. È una crisi al buio, ma anche noi diremo che siamo per Conte. Io sostengo questo governo. Se Matteo Renzi dice no, non ci sono i numeri per un governo” il commento del deputato e Presidente di Centro Democratico Bruno Tabacci a RaiNews24.

18:05“Non penso che sia sufficiente per quello che il governo sarà chiamato a fare su un gruppo di 10-12 senatori riuniti in un nuovo gruppo parlamentare. È opportuno ricucire con Italia Viva e andare anche oltre. Penso alla maggioranza europea. Partendo da Conte”. Lo dice il sindaco di Bergamo ed esponente del Partito Democratico Giorgio Gori a RaiNews24

17:58“Voto sta diventando una possibilità, non è più l’ultima strada. Il nostro nome rimane Conte” commenta il Ministro dello Sport 5 Stelle Vincenzo Spadafora.

17:33 – Ai microfoni della Rai, il capogruppo dem al Senato Andrea Marcucci ha fatto il punto della situazione: “Ci attendiamo una maggioranza coesa ed un programma definito su tre punti: Recovery, vaccinazione, economia. Giuseppe Conte è stato complessivamente un buon presidente del Consiglio, secondo noi può continuare, ma la crisi ora è nelle buone mani del capo dello Stato. È chiaro che da domani nessuno potrà mettere veti”.

17:19“Il Centrodestra è compatto e andremo insieme dal presidente della Repubblica. Non si può più perdere tempo, i litigi di Conte e Renzi li stanno pagando gli italiani” dichiara Matteo Salvini, al termine della riunione del centrodestra.

16:35“Siamo disponibili a dare un’alternativa a questa pantomima indegna. Vogliamo dimostrare che c’è una alternativa, se si consentisse di dare la parola agli italiani. Saremmo in grado di dare un solido governo” dice il leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

16:27“Il Centrodestra salirà unito al Colle per le consultazioni di Mattarella in vista della composizione di un nuovo governo dopo le dimissioni di Conte. Abbiamo dato prova di grande compattezza, sono d’accordo: andiamo al Quirinale tutti insieme”, così il Presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi.

16:26“Si sta verificando la nascita di un gruppo al Senato attorno al Maie e a Centro Democratico, il cui simbolo, dentro al Maie, eventualmente porterei io”. Così, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, il senatore Gregorio De Falco.

16:24“La relazione sulla giustizia del ministro Bonafede potrebbe essere inviata al Senato, senza essere illustrata in Aula”, così il Capogruppo del PD in Senato Andrea Marcucci poco fa.

16:06Matteo Salvini, in un post su Facebook, detta la linea della Lega: “Subito in Aula i Decreti urgenti per aiutare famiglie e imprese, poi al voto”.

16:02Nota congiunta del Centrodestra: “Il centrodestra unito in tutte le sue componenti (Lega, Fi, Fdl con rappresentanti di Udc, Cambiamo! – Idea e Noi con l’Italia) ha chiesto al Presidente della Repubblica di partecipare alle Consultazioni con una delegazione unitaria”.

15:57 – Per il Vice Presidente del Senato Paolo Taverna (M5S) “C’è un solo uomo che può tirarci fuori da questo pantano e quell’uomo è il Presidente. Perché è persona seria, ha dimostrato senso dello Stato, onestà, trasparenza e quella integrità morale che per decenni si è cercato in un uomo alla guida del nostro Paese. Facciamo veloce, i cittadini non possono più attendere!”.

15:46 – Il deputato di Italia Viva Ivan Scalfarotto, intervenuto ai microfoni di Tagadà (La7), ha ribadito la posizione del partito in vista delle consultazioni di domani pomeriggio: “A Mattarella non faremo un nome in particolare. A seconda della maggioranza che si profilerà, il nome verrà di conseguenza. Potrebbero esserci vari scenari…”

15:06 – Il premier Giuseppe Conte a colloquio con il Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico.

14:40 – Il leader della Lega Matteo Salvini riunisce la segreteria del partito e attacca il premier Conte: “Mentre Conte si dimette e PD, 5Stelle, Renzi litigano, la Lega riunisce in questo momento la Segreteria Politica”.

14:30 – Il leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni risponde al tweet di Luigi Di Maio: “Chi difende la Nazione chiede ai suoi cittadini cosa vogliano fare”.

14:21 – Il reggente del Movimento 5 Stelle Vito Crimi si schiera a sostegno del premier Conte: “Siamo e restiamo al fianco del Presidente Giuseppe Conte che ringraziamo per l’enorme contributo che ha dato al Paese e che, ne siamo certi, può ancora dare. Riteniamo che sia l’unica persona che in questa fase storica possa rappresentare la sintesi e il collante di questa maggioranza. Maggioranza che deve essere consolidata e rinforzata e che deve concentrarsi sulle priorità del Paese”.

14:00 – Il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani apre al governo di unità nazionale: “C’è la crisi aperta, ci rimettiamo alla saggezza del Capo dello Stato. Se tutti i migliori si mettono assieme per affrontare l’emergenza con un governo di unità nazionale stabile e serio Forza Italia è d’accordo Se non è possibile un governo di unità nazionale lo strumento è quello del voto. Ai nostri alleati abbiamo sempre detto la nostra idea. Vedremo quale sarà la posizione del centrodestra, non c’è alcuna possibilità che Forza Italia esca dalla coalizione“.

Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia

13:59 – Intervenuto a Rainews, il deputato di Italia Viva Ettore Rosato ha dichiarato: Conte? “Noi mai abbiamo messo veti su nessuno. Non lo abbiamo fatto a dicembre, né in aula quando ci siamo astenuti e non lo facciamo neanche adesso. Serve un governo più solido. Questo governo non aveva più un programma”.

13:40 – Per il Ministro degli Esteri Luigi Di MaioIl Movimento 5 Stelle rimane il baricentro del Paese e insieme al presidente Giuseppe Conte offriremo il nostro contributo per la stabilità. Questo è il nostro impegno, a questo fine stiamo lavorando”.

12:49Comunicazioni del Segretario Generale del Quirinale: “Le consultazioni avranno inizio nel pomeriggio di domani, mercoledì 27 gennaio. Il calendario delle consultazioni sarà reso noto attraverso l’ufficio stampa”.

Ugo Zampetti, Segretario Generale del Presidente della Repubblica

12:33Giuseppe Conte a colloquio con il Presidente del Senato Casellati.

12:29 – Appena uscita l’auto del Presidente del Consiglio dal Quirinale.

12:00 – Il premier Giuseppe Conte è arrivato in questo momento al Quirinale, per il colloquio con Mattarella in cui formalizzerà le sue dimissioni da Presidente del Consiglio.

Conte arriva al Quirinale, per rassegnare le dimissioni

Pubblicato da Simone Gioia

Simone Gioia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: