Scacco matto al Conte ter: è il momento dei Draghi

di Attilio Gubeni

Mario Draghi. Alla fine il Quirinale ha scelto per il governissimo dall’alto profilo istituzionale. Chi l’avrebbe mai detto? Certo, il nome di Draghi è sempre una sicurezza, soprattutto in tempi di emergenza come questi, come peraltro è stato già in passato. Ma chi l’avrebbe pensato nel momento in cui il premier Conte, sostenuto da Cinque Stelle e democratici, sembrava ancorato saldamente al timone del comando? La popolarità era tutta per lui, fantomatici sondaggi sul partito di Conte lo davano decisivo nell’emiciclo del futuro. «Dopo di me il diluvio» la sua frase, un tantino iperbolica. Non la pensava così il senatore di Scandicci. Colui da cui è nato il Conte bis forse già sapeva come sarebbe finita, forse aveva già preparato accuratamente la sceneggiatura di questo finale come un grande drammaturgo. In tanti l’avevo sottovalutato, erroneamente, basandosi sul 2% di Italia Viva, come se la prima repubblica e il suo proporzionale non avessero insegnato nulla. La mossa del cavallo. Così hanno battezzato i media l’ultimo colpo di teatro del fiorentino, l’ultimo dei tanti, in omaggio al titolo del suo libro. 

«Un irresponsabile, un pazzo, il solito Giamburrasca, le sue solite ambizioni» , i commenti irridenti di quelli dell’”io sto con-te”. Come se invece tutti gli altri in parlamento fossero lì “per il bene del paese” e non per potere, “per beneficenza “ e non arrivismo, “per ideali” e non lucro, fossero lì per “responsabilità”. Salvo poi alacremente cercare tutti coloro disponibili a cambiare casacca per sostenere il premier come se non fossero stati gli stessi che anni prima avevano denunciato ogni fenomeno di trasformismo politico. I numeri però non tornano. Allora chi ha davvero vinto? Tra lo stupore dei commentatori, sorpresi dall’aborto del Conte ter, in pochi se non nessuno ha accettato quello che invece era evidente: Renzi ha vinto. Troppo difficile da digerire, da accettare. «Si è scavato la fossa da solo, ora nel nuovo governo non conterà più nulla», le autosuggestioni degli irriducibili. Ma gli obiettivi di Renzi erano il  “Conte stai sereno” e non andare alle urne: obiettivi centrati. Il primo è fuori dai giochi e con le elezioni anticipate evitate anche le velleità del suo partito potrebbero risentirne. Lo stesso Renzi aveva proposto un governo Draghi in tempi non sospetti: altro obiettivo centrato. «Ma non avrà più voce in capitolo», certo, ma chi pensa che Renzi sia il 2% di Italia Viva ha già sbagliato un’altra volta: l’esperienza partitica di Iv è già finita, era l’esperimento parlamento per accendere e spegnere il Conte bis, ora non serve più. Renzi è un battitore libero, pronto a giocare come piace a lui: su tutte le caselle della scacchiera. Chi più di lui aveva necessità di rovesciare il tavolo e rimettersi in gioco? Nessuno. Ora nel Pd ci sono varie linee, i grillini rischiano l’implosione, la destra è divisa sull’andare al voto o mettere le mani sui 209 miliardi. Tutto si rimescola, si trasforma, nuovi equilibri si delineano e Renzi potrà ritagliarsi altri spazi. A destra, a sinistra, chissà. Non è dato entrare nelle trame machiavelliche di un vero leader, uno capace di scardinare l’asse pd-5stelle e l’unità granitica delle destre in un colpo solo. D’altronde un vero leader sta sempre un passo davanti a tutti, sono gli altri che inseguono. Come il Pd di Zingaretti del «mai con i 5 stelle» salvo poi venire smentito in diretta per le nascita del Conte bis, per poi non vedere alternative a Conte “perché è l’unico punto d’equilibrio” salvo poi scoprire che dovrà accettare Draghi. Ci sono fanti, pedoni, e chi muove col cavallo.

Pubblicato da Voce- Un'altra informazione

Un'informazione libera, attendibile...semplicemente migliore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: