Enrico Letta, l’ultima carta di un partito che rischia di essere arrivato già al capolinea

Ottavo segretario eletto in appena quattordici anni di vita, l’ultimo di una lista infinita di segretari votati all’unanimità in nome della finta unità

di Simone Gioia

Il Partito Democratico non smette mai di stupire (in negativo o in positivo, a seconda dei gusti personali) e così, dopo aver litigato per settimane sulla leadership di Nicola Zingaretti – con quest’ultimo che ha deciso di spiazzare tutti annunciando le ormai note dimissioni al grido “Mi vergogno di questo PD” -, nel giro di qualche giorno ha già individuato il suo successore: Enrico Letta. Il 54enne, ex Presidente del Consiglio dall’aprile 2013 al febbraio 2014, è stato chiamato da Nicola Zingaretti (mossa astuta) per “unire”, per l’ennesima volta, il Partito Democratico. Tralasciando il merito sull’elezione del segretario, ciò che sconvolge (oddio, mica tanto!) è la rapidità con la quale chi prima era “zingarettiano” da domenica sia diventato “lettiano”.

Giorgio Gori e Stefano Bonaccini, tra i maggiori oppositori della segreteria Zingaretti

I vari oppositori di Zingaretti (da Bonaccini a Gori, passando per Marcucci, Orfini e Guerini), che in tutte queste settimane chiedevano cambio di passo, discussione forte sui contenuti e sull’identità del partito, hanno abdicato, nel giro di soli dieci giorni, a tutto questo: decidendo di sostenere, convintamente, la candidatura a Segretario di Enrico Letta. In dieci giorni da “zingarettiani” a “lettiani”, il tutto, senza una discussione forte al proprio interno. Un trasformismo da far rizzare le carni. Ma davvero crede di avere futuro un partito che rimanda le proprie discussioni nel nome della “finta unità”?

Nicola Zingaretti (ex Segretario) ed Enrico Letta (attuale Segretario del Partito Democratico)

Ora Letta, chiamato ad affrontare la sfida più dura e complessa della sua esperienza politica: rimettere insieme un partito che vive storicamente di lotte intestine, contraddizioni interne e correnti che guidano le mosse politiche del partito, accoltellando (politicamente s’intende) un giorno sì e l’altro pure il segretario di turno. Sarà facile? Assolutamente no. Fallirà? Chi lo sa. Di certo, al netto di tutte le critiche (sacrosante) mosse nei confronti della segreteria Zingaretti, è innegabile che questa volta Zinga abbia giocato la carta giusta. Chi più di Enrico Letta può allontanare i fantasmi del “renzismo”? Pronto, sempre dietro l’angolo, a colpire duramente dall’interno e dall’esterno il Partito Democratico. Nella sua relazione, con cui si è candidato a guidare i Dem, Letta ha fatto indubbiamente un discorso di “respiro internazionale” (per dirlo alla Rosy Bindi), con un programma molto ambizioso, che va dallo Ius soli all’introduzione del voto per i 16enni (per citare alcuni dei punti che più stanno creando già spaccature all’interno dell’opinione pubblica). Ma riuscirà a portarlo a compimento? La sua segreteria arriverà al termine della legislatura? Sarà lui a guidare il PD alle prossime elezioni? Nessuno, naturalmente, sa cosa accadrà. È tutto un rebus, ma una cosa è certa: Letta è l’ultima carta, ma davvero l’ultima, che il Partito Democratico può permettersi di giocare. Se fallisce Letta, lo scioglimento del partito è dietro l’angolo. E dopo soli quattordici anni di vita, l’idea di partito “maggioritario” che Walter Veltroni propose al Lingotto nel 2007 è ormai soltanto un amaro e lontano ricordo. E il Partito Democratico, sembra essere arrivato già al capolinea della sua esperienza. Allora non resta che augurare al nuovo Segretario, Enrico Letta, buon lavoro e buona fortuna, perché con questo PD, ne avrà davvero bisogno!

Pubblicato da Simone Gioia

Simone Gioia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: